Giustino

Università Trento, Refresh protesta per mancanza spazi

Il collettivo universitario Refresh protesta per la carenza di aule per lo studio a Trento. "Quest'anno nuovamente ci ritroviamo con lo stesso problema, visibilmente aggravato dalla chiusura di alcune aree della Biblioteca universitaria centrale (Buc) in determinati orari (la sera e durante i weekend)", dice il collettivo. "Nell'ateneo trentino gli studenti iscritti sono 16.396 e i posti studio disponibili nel polo di città sono solamente 1.777", sottolinea Refresh che ha avviato una raccolta firme nelle varie facoltà e davanti alle biblioteche, "provando ad immaginare un percorso collettivo che miri alla risoluzione del problema dei posti studio, rivendicando, soprattutto durante i momenti in cui l'esigenza è maggiore, la necessità di maggiori spazi adatti allo studio". Sul problema degli spazi per lo studio il collettivo ha organizzato un incontro pubblico che si terrà martedì 13 febbraio, alle 18, nella facoltà di Sociologia.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie